I Siciliani Hanno Capito

I Siciliani Hanno Capito Tutto e hanno dimostrato che  TUTTI I Partiti in Parlamento e Fuori sono in Minoranza nel Paese, compreso il Demagogo Grillo. Astensione52%.

Tutti a Casa non rappresentate più la maggioranza dei Siciliani e degli Italiani avete Perso TUTTI. Noi del FRONTE auspicavamo questo risultato ed è arrivato! Hanno perso TUTTI perchè il Popolo Siciliano ha capito che sono TUTTI espressione del Neo-Liberismo e Eurodipendenti, questa è una grossa vittoria del FRONTE, del POPOLO SICILIANO e di TUTTO il POPOLO ITALIANO, da oggi TUTTO cambierà e dalla SICILIA ancora una volta nelle storia parte la riscossa del Popolo LIBERO che ha capito che sono TUTTI UGUALI, che ha capito che sono TUTTI MENTITORI e DEMAGOGHI perchè Nulla si può fare se non si esce da EURO e UNIONE EUROPEA, finalmente possiamo aspirare al cambiamento che NOI auspichiamo da Anni.

COMPLIMENTI A TUTTI I SICILIANI che hanno messo in MINORANZA TUTTI E QUESTO CONTRIBUIRA’ IN MANIERA DETERMINANTE A SALVARE L’INTERA ITALIA e L’INTERO POPOLO ITALIANO.

Unica Alternativa Vera è il Fronte

L’UNICA ALTERNATIVA VERA E’ IL FRONTE ITALIANO DESTRA POPOLARE!

LA NOSTRA UTOPIA DIPENDE DALL’INFORMAZIONE!

RIUSCIREMO A CREARE E FAR SAPERE AL POPOLO CHE ESISTE IL FRONTE ?

07-07-2012

Vittorio Boschelli

Fino a quando TUTTO il POPOLO non capisce che la nostra rovina è iniziata il giorno in cui i Nostri cari POLITICI, TUTTI, hanno deciso di aderire al PREGETTO CRIMINALE CHIAMATO EURO, il martirio non finirà! E il miglior modo di difendere la propria economia nazionale è quella di ancorarla ad una propria moneta sovrana, che ha la possibilità di apprezzarsi e deprezzarsi liberamente sui mercati creando dei meccanismi automatici di compensazione utili a tutto il tessuto produttivo, attraverso un SANO PROTEZIONISMO di Capitali, Merci e Persone. Detto in soldoni, nel caso dell’eurozona, ciò significa che il MASSACRO non terminerà finchè i singoli paesi che la compongono non ritorneranno ad una piena sovranità monetaria, politica, economica, popolare, che adegui i rispettivi parametri finanziari e monetari (tassi di interessi, tassi di cambio) alle variabili più importanti da monitorare in campo economico (disoccupazione, inflazione, sviluppo sostenibile, equilibrio della bilancia dei pagamenti con l’estero).

Inutile quindi il tentativo del governatore della BCE Mario Draghi di mettere una pezza alla crisi finanziaria abbassando il tasso principale di riferimento del mercato interbancario di un quarto di punto percentuale (portandolo a 0,75% come mai era successo prima nell’eurozona), perché questo non servirà affatto a rilanciare la cosiddetta economia reale, ma avrà l’unico effetto temporaneo di alleviare la crisi di liquidità delle banche e di limitare le loro perdite di bilancio, e addirittura di peggiorare le cose, con un innalzamento degli spread, e la migrazione di capitali verso altri continenti, e quindi il CROLLO DEI BIRILLI. Come ormai sappiamo bene, il problema attuale dell’eurozona non è la riduzione dell’offerta di beni e servizi da parte delle imprese e quindi la necessità di consentire alle imprese di fare nuovi investimenti per aumentare la produttività, ma una drammatica flessione della domanda e dei consumi che incentiva le imprese, soprattutto quelle di piccola e media dimensione che non hanno un grande mercato internazionale, ad attendere tempi migliori e a limitare al massimo gli investimenti, in quanto questi ultimi avrebbero poi uno scarso ritorno economico. Quando la gente non compra, per diversi motivi quali l’incertezza per il futuro, la precarietà( ecco che l’artico 18 non serve alle imprese ITALIANE), l’elevata disoccupazione, tu imprenditore puoi pure allargare il capannone e comprare nuovi macchinari, ma sai già che le vendite non aumenteranno e i debiti contratti per finanziare i nuovi investimenti, sebbene a tasso di interesse molto conveniente, ti rimarranno tutti sul groppone perché privi di adeguata copertura.

Insomma il discorso sarebbe molto lungo, perché anche le banche fra l’altro sono molto restie a concedere prestiti sia alle famiglie che alle piccole e medie imprese, sapendo già quali difficoltà esistono sui mercati e quanto elevato sia il rischio di insolvenza. Il classico schema del cane che si morde la coda può essere visto da diverse angolazioni ma porta sempre allo stesso risultato di stagnazione e recessione di lungo periodo. Se partiamo dal basso dal circuito produttivo avremo che la gente non spende, le imprese non investono, le banche riducono i loro prestiti a causa del calo della domanda e dell’incertezza dei mercati. Se partiamo invece dall’alto dal circuito finanziario avremo che le banche non prestano, le imprese non investono e non assumono, la gente non spende più perché ha già perso il lavoro o ha paura di perderlo presto. Ricordatevi Media è Piccola Impresa e Lavoratori Facce della STESSA MEDAGLIA. E’ chiaro che come andiamo ripetendo da tempo, l’unico modo per uscire da questa situazione ingarbugliata che non ha via d’uscita sia quello di ricorrere all’intervento anticiclico di stabilizzazione da parte di un quarto elemento che è lo stato, il quale potrebbe mettere in campo una serie di misure FISCALI, e MONETARIE, e di CERTEZZA, per rilanciare innanzitutto l’occupazione, rinvigorire la domanda interna, ridare impulso alle imprese, allentare i cordoni della stretta creditizia

bancaria, tutte cose IMPOSSIBILI RIMANENDO NELL’EURO. Tuttavia siccome l’Unione Europea ci impone l’austerità e il rigore nei conti pubblici perché erroneamente convinta che tutti i mali derivino dall’eccesso di debito pubblico (mentre come sappiamo gli squilibri commerciali e finanziari nell’eurozona si sono creati per un eccesso di debito privato ESTERO nei paesi dell’eurozona), lo stato viene messo con le spalle al muro e costretto ad inseguire assurde politiche di pareggio di bilancio, che finiscono per aggravare la crisi, portandoci al DISASTRO. La gente ha meno soldi da spendere e lo stato cosa fa? Aumenta le tasse e taglia la spesa pubblica (con buona pace dei Mentitori e Demagoghi), in modo che nei mercati gireranno ancora meno soldi fino alla paralisi totale di tutte le attività produttive. La Demagogia alla GRILLO e di TUTTO il SISTEMA E’ FACILMENTE DIMOSTRABILE, gli aggiustamenti di TAGLI non Indiscriminati, ma agli SPRECHI e PRIVILEGI, si fanno in periodo di VACCHE GRASSE, non in periodi di VACCHE MAGRE, altrimenti chi ci rimette e TUTTO IL POPOLO, dalle Imprese ai Lavoratori, capito cari Amici DEMAGOGHI? Questo è la prima regola ECONOMICA, ma come il FRONTE ha sempre sostenuto di Economia NON CAPISCONO UNA MAZZA, ma come fregare il POPOLO non li BATTE NESSUNO!

Geniale come strategia di politica economica, non c’è che dire, degna dei tecnici, tecnocrati, politici, professori incompetenti al servizio delle banche e delle società finanziarie che imperversano oggi in Europa, estromettendo qualsiasi tentativo di ricostruire una politica economica democratica e sostenibile al servizio dei cittadini. A tal proposito, un altro piccolo ma non trascurabile spunto di riflessione riguarda la politica monetaria della BCE di abbassare il tasso ufficiale di sconto del denaro: chi sono oggi materialmente i maggiori fruitori di questa scelta? Abbiamo detto le banche europee in generale perché potranno chiedere prestiti e rifinanziamenti vari alla BCE ad un tasso di interesse più basso, ma fra queste banche ce ne saranno alcune che si avvantaggeranno molto di più rispetto ad altre. Per capire meglio questo passaggio dobbiamo fornire qualche cenno su uno dei titoli derivati più utilizzati, soprattutto dai grandi gruppi bancari: Interest Rate Swap.

Attraverso questo strumento derivato chi ha contratto un mutuo o un prestito a tasso variabile può proteggersi da un eventuale aumento del tasso ufficiale di sconto, scambiando il proprio tasso di interesse variabile con un tasso fisso offerto da un’altra controparte, che è in genere una banca e una società finanziaria, la quale ovviamente scommette sul fatto che i tassi si abbasseranno al di sotto del tasso fisso offerto in sede di contrattazione. Ora, guarda caso, a partire dal 2005, in un periodo di rialzo dei tassi, i maggiori gruppi bancari tedeschi e francesi hanno molto investito in titoli derivati IRS, scommettendo con altre banche, ma anche con famiglie e imprese, in un prossimo ritorno a tassi di interessi più contenuti. Secondo voi, chi ha vinto oggi questa scommessa? Avete capito chi continua a guadagnare con questa crisi finanziaria? Sapete per quale motivo in Deutsche Bank o in Credit Agricole ieri si stappavano molte bottiglie di champagne?  

Con queste premesse, capirete che il Martirio durerà ancora a “lungo” e prova né è il fatto che lo spread fra titoli di stato italiani e bund tedeschi, malgrado le patetiche misure di scudo e protezione concordate nell’ultimo vertice europeo ma stabilite già a febbraio scorso, rimane molto alto intorno ai 470 punti base. I grandi operatori internazionali della finanza non sono stupidi come sembrano e leggono con attenzione i documenti della tecnocrazia europea meglio dei politici, dei giornalisti, e degli stessi economisti e dei Pseudo-MOVIMENTI, e molto probabilmente ricominceranno ad investire in titoli di stato italiani e spagnoli solamente quando i rispettivi governi avranno firmato i memorandum mortale d’intesa per ricevere gli aiuti del MES. Purtroppo (o forse per fortuna) avremo quindi parecchio tempo per riflettere insieme sulle possibili strade da percorrere per uscire prima possibile dall’occhio del ciclone in cui ci troviamo adesso. Le soluzioni come abbiamo sempre detto esistono, ma manca la volontà politica e la consapevolezza diffusa del POPOLO, per questo Motivo il FRONTE è Contrario alla Protesta del 11 luglio, parte del POPOLO quel CETO MEDIO ancora deve capire che è nella stessa scialuppa del ceto basso e deve capire che se non scende in campo con NOI del FRONTE UNICI A DIRE LA VERITA’ e ad AVERLA INDIVIDUATA per PRIMI ANNO 2008, fino a quando questo non accadrà, ogni protesta sarà INUTILE e PERICOLOSA per il POPOLO STESSO. Il Popolo deve capire ( lo avrebbe già dovuto capire ) che oggi come oggi CERTE SCELTE sono diventate indispensabili ed inevitabili.

Se i Cittadini Italiani non capiscono che c’è bisogno non dell’Aspirina o della Demagogia, ma di mettersi in gioco con NOI e rischiare in proprio, per divulgare tra la gente, il perche’ della CRISI SISTEMICA, chi sono i Colpevoli, cosa si può fare per distruggere l’ARMA del SISTEMA chiamata EURO e Super Stato EUROPEO, e cosa si deve fare DOPO L’EURO, combattendo REALMENTE il FOLLE sistema economico, politico, finanziario, in attesa di mettere le basi di quel nuovo sistema, che noi abbiamo ben chiaro nella mente. Un sistema in cui le banche facciano il loro lavoro di banche e la politica, la vera politica, riprenda in mano il governo di questo paese. Un sistema in cui l’informazione non sia manipolata e strumentalizzata, ma venga usata come corretto veicolo di conoscenza e istruzione della collettività. Un sistema in cui i cittadini, le Piccole e Medie Imprese, i lavoratori, la gente ritrovino il loro posto centrale all’interno del dibattito politico ed economico, come è giusto che sia. L’economia, la vera economia, quella utilizzata come strumento discrezionale e flessibile di azione, deve girare intorno all’uomo e non l’uomo dipendere e rimanere incastrato negli ingranaggi di un’economia dogmatica, rigida, folle, che crea abissi di iniquità e amplifica le disuguaglianze sociali.

Convinti come siamo che la lotta al SISTEMA che IO e il FRONTE dopo abbiamo iniziato, sarà DIFFICILISSIMA ma NON IMPOSSIBILE, la Vostra azione e partecipazione deve essere altrettanto determinata, implacabile, inesorabile. Per chi ancora non avesse capito, questo è il nostro momento, dobbiamo essere noi in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo a prendere il comando del TRENO IMPAZZITO, perché quelli che noi reputavamo i capitani, a cui abbiamo colpevolmente delegato con troppa fiducia di Guidare il TRENO, sono in realtà mercenari, burattini impazziti all’interno di un gioco molto più grande di loro, mostri e criminali della peggiore specie, che quando arriverà il momento della fuga non ci penseranno due volte a saltare giù dal TRENO lasciando NOI passeggeri nelle carrozze senza GUIDATORE al SICURO DERAGLIAMENTO. Utilizzate qualsiasi strumento per aumentare la vostra capacità nel CAPIRE, leggete, studiate, scambiate informazioni, confrontatevi con gli altri, entrate nel NOSTRO FRONTE, costruiamo un soggetto Politico, andiamo tra la gente organizzando convegni, comizi partendo dai paesi, fate sentire la vostra voce più forte che mai, affinché tutti i miserabili Tecnocrati, Giornalisti di Regime, Banchieri, POLITICI, di Destra, Sinistra e Centro, compresi i Pseoudo Movimenti Demagogici, i MALEDETTI ciarlatani sappiano che NOI ci siamo e li BRACCHEREMO da vicino seguendo tutte le loro mosse da ANNI. Nessuno potrà sfuggire né oggi né mai al DISASTRO CHE E’ STATO CONSUMATO a DANNO dei POPOLI.

LA Maggioranza del Popolo è DISINFORMATO è TENUTO VOLUTAMENTE allo Scuro di tutto dai menestrelli del regime, che distorcono e deformano la realtà per fare arrivare ai lettori il solito messaggio: fidatevi di noi, fidatevi di Napolitano di Monti, della Fornero, di Passera, di D’Alema, di Bersani, di Casini, Belusconi, Fini di Alfano, Ventola, Di Pietro, Grillo ecc, perché noi siamo i buoni, i bravi, i giusti e sappiamo dove dobbiamo condurvi. Alla schiavitù, all’oppressione, alla povertà, al terrore, alla distruzione di ogni diritto o pretesa democratica, al totalitarismo, alla morte della politica, al governo sovranazionale della finanza. Questi cialtroni sono pagati a suon di MARCHI per distruggerci, per annientare tutto ciò che i nostri padri e i nostri nonni hanno costruito e ci hanno lasciato in eredità. Primo tra tutti, il diritto di rivendicare la nostra esistenza, la nostra volontà di vivere una vita dignitosa, onorevole, ricca di soddisfazioni e il desiderio di migliorare le attuali forme di convivenza civile e di lasciare ai posteri un mondo ancora più degno di essere vissuto.

Chi ha imparato a conoscermi, sa già che in mezzo a tante analisi razionali, grafici, tabelle, tecnicismi, che in questi Anni ho Fornito, convive in me un forte impulso verso l’Utopia, l’isola che non c’è, perché senza questo trasporto verso la speranza di migliorare concretamente il mondo in cui viviamo non avrebbe nemmeno più tanto senso ragionare, studiare, leggere, informarsi. Rischiando pure lo strabismo, dobbiamo avere la capacità e la forza di tenere sempre un occhio verso l’isola che c’è sotto i nostri piedi e l’altro occhio puntato al di là dell’orizzonte che io chiamo LUNGIMIRANZA, dove si agita tutto ciò che ancora non c’è, non esiste, non c’è mai stato sulla terra, sembra impossibile da raggiungere ma invece è a portata di mano se solo lo volessimo REALMENTE. Se non abbiamo questa fede, questa convinzione incrollabile tanto vale lasciarsi guidare dai ciarlatani di turno verso il loro inferno, le loro terre desolate, i loro deserti disumanizzanti, perché le nostre parole e i nostri pensieri sarebbero come volani che girano a vuoto senza mettere in moto nulla. L’Utopia guida la Ragione e la Ragione deve mirare sempre alla stessa meta, l’Utopia, il mondo migliore che noi tutti immaginiamo nei nostri sogni più belli.

Evitate le polemiche sterili, le diatribe personali e le contrapposizioni che non portano a nulla, ma concentratevi su quello che accade giorno per giorno, sul PRESENTE e non su Etichette e Slogan o su IDEOLOGIE del Passato che vi INCATENANO e OFFUSCANO la MENTE, perché come ho detto più volte il Nostro NEMICO è IL TEMPO, il momento dei grandi cambiamenti che tutti attendiamo potrebbe essere molto più vicino di quanto crediamo. Il FRONTE ITALIANO ANTI-EURO DESTRA POPOLARE ed Io, come ho già ribadito più volte non mollerò mai, perché in Tutta la mia vita non ho mai smesso di conoscere, di capire, di cercare, di resistere e di lottare ancora una volta e non lo farò certo adesso. E’ la mia natura. Assetato di Libertà, di Democrazia, di partecipazione, di dignità, di giustizia sociale. Illuso come sono, di fornire una goccia, con consapevolezza, che contribuisca ad orientare il cambiamento di un MONDO dove TUTTO è lecito, basta che ci sia un ritorno ECONOMICO, e non il bene dell’UOMO e del Pianeta che lo Ospita. La Mia Illusione e quella del FRONTE è Consapevole, cosciente, lucida, non ideologica, aggregante della linfa oppressa di quella minoranza, che non ha MAI CONTRIBUITO a creare questo SISTEMA , attraverso il VOTO, e MAI si è NUTRITO di VANTAGGI PERSONALI o COMPROMESSI di SORTA, ma lo ha SEMPRE AVVERSO PER ANNI ! Questa è la FORZA UNICA che solo l’UTOPIA ti può dare, permettendoti di CREDERE alla FORZA delle PROPRIE IDEE e dei propri IDEALI nella SPERANZA che un GIORNO saranno anche Forza e patrimonio di Altri e poter Vedere Assieme la Luce del NUOVO FUTURO MIGLIORE per TUTTI !

Finanziamenti ai Partiti

Il FRONTE dedica questa trasmissione a tutti gli Italiani convinti che si può fare il Politico con 5000 Euri al Mese o con 10.000 Euri e chi è addirittura convinto che sono molti, non conoscendo la Vita Politica e quel Mondo.

Buona Visione a Tutti e procuratevi un Fegato Nuovo di Scorta. Dimentivavo! A quelli della Nuova Politica alla Di Pietro e Company e quelli dei Referendum, vi invito a fare meno Demagogia, non vi sembra ora di smetterla con l’Ipocrisia?

Berlusconi si gioca il jolly

PUNTO 2-Berlusconi conferma che non si candiderà a premier, attacca Monti | Notizie | Società Italiane | Reuters.

Berlusconi dopo la Condanna cala il Jolly Anti-Euro e la Sinistra è Terrorizzata. Tutto come previsto dal FRONTE.

Come Previsto da NOI del FRONTE, da tempo, dopo la condanna a 4 anni inflitta a Berlusconi, lo stesso ha capito che è arrivato il momento di calare il Jolly Anti-Euro e Anti-Monti. Abbiamo sostenuto in questi Anni che l’Euro è già Morto e che la Germania avrebbe tagliato la corda dove erano appesi i fessi Italiani, e così è successo,  avevamo sostenuto nonostante i sondaggi favorevoli al Centrosinistra che l’uscita dall’Euro l’avrebbe gestita il Centrodestra perchè Berlusconi poteva dire “Io lo avevo detto” il Centrosinistra non può dire nulla è costretta a difenderlo fino alla loro morte Politica. Infatti in questo articolo Berlusconi ha capito che è arrivata lora di calare il Jolly, attaccando Giudici, Germania e Monti, Merkel e Sarkò per averlo ridicolizzato, DICENDO FINALMENTE CHE L’EURO E’ FATTO MALE, noi diciamo era ora! Noi del Fronte abbiamo goduto per la condanna di Berlusconi, non perchè siamo cattivi, ma perchè questa condanna è funzionale alla nostra causa. Infatti Berlusconi attraverso le sue dichiarazioni lancia diversi messaggi, a giudici, amici di partito, al capo dello stato e a monti, il messaggio è il seguente, io non mi candido a premier, ma se non mi portate garazie sul tavolo, di assoluzione per questo processo e tutti gli altri, io faccio saltare il banco dell’EURO e il Governo del Curatore Fallimentare Monti. Berlusconi da furbo quel’è sa che questo è il momento giusto che aspettava da tempo, sa che dopo le elezioni Americane il giochino e le menzogne su EURO e Unione Europea verranno alla luce, sa che sarebbe toccato a Centrodestra giocare il Jolly Anti-Euro dopo il Suicidio della Sinistra di assumersi la paternità e difenderlo fino alla morte. Noi del FRONTE lo avevamo previsto da anni e come volevasi dimostrare Avevamo Ragione come al solito. Avevamo previsto che i Carnefici sarebbero diventati salvatori e così sarà, ma a NOI del FRONTE questo va bene per adesso, non importa che sarà Berlusconi a gestire l’Uscita, l’Importante che USCIAMO IL PRIMA POSSIBILE DALL’EURO E UNIONE EUROPEA, questo interessa al Popolo e alla Nazione per adesso, poi ci sarà spazio per NOI del FRONTE per il Dopo! Cari Piddini pensavate di salvarvi e di vincere facile sostenendo EURO e UNIONE e la Morte del POPOLO e della NAZIONE, ma come vedete se il Berlusca non verrà colpito da Aterosclerosi o GARANTITO, la vostra fine è arrivata, come è arrivata la fine del VOSTRO EURO “IRREVERSIBILE”. Populismo di Berlusconi? E’ logico che SI. Ma a voi piacerebbe fare lo stesso, ma NON POTETE dopo 30 Anni di Menzogne su EURO e UNIONE EUROPEA già MORTA da TEMPO, ma come abbiamo sempre detto “Peccato e vergogna non restano nascoste a lungo” infatti stanno per affiorare le vostre presto, e quelle di Berlusconi DOPO.