Noi o Matrix

E’ tempo di scegliere tra noi o matrix, fino ad oggi avete scelto i vostri carnefici.

 

noi o matrix_fronte popolare

 

di Vittorio Boschelli

Alla nostra posizione “radicale” degli ultimi articoli, qualche amico, specialmente leghista e berluscones, ha contestato la nostra posizione contro il riesumare il vecchio centrodestra.

I Grillini sono abituati da anni ormai non ci fanno più caso, ci conoscono meglio degli “amici” e forse ci rispettano di più, riconoscendo la nostra onestà intellettuale.

Purtroppo la visione politica non è patrimonio di tutti e la mentalità è rimasta quella di sempre, nonostante nel modo sia avviata una presa di coscienza “rivoluzionaria”, ancora mi tocca sentire “ma da soli non si vince”, come se il problema sia il voto oppure come se a scegliere sarete voi attraverso il voto…ma non è mai stato così, ed i reali cambiamenti nella storia non sono mai avvenuti attraverso il voto a tizio o caio indicati dal sistema.

Il Fronte da anni parla non di voti, ma di CAMBIO DI MENTALITA’ e di LUNGIMIRANZA, non di chi vince o perde, perchè ne abbiamo una certezza in tanti dubbi, che sarete voi a perdere se non acquistate LA LIBERTA’ DI PENSARE E VEDERE NUOVI ORIZZONTI, considerando le cose del mondo e gli eventi, in modo diverso e contrario rispetto al pensiero della massa, inculcato artificiosamente, una bugia detta 1000 volte diventa una verità indiscutibile e sola…ma non è affatto così, ecco il cambio che noi richiediamo e riteniamo necessario per tutti.

L’amico Oliverio… mi scrive: “Vittorio, questi vanno eliminati, gli itaglioni sono solo dei grandi cog….ni e sono contento che la prenderanno sotto, alla grande”.

La mia risposta è stata questa: “Oliviero ogni giorno che passa mi rendo conto che il film Matrix è molto significativo, non vogliono salvati gli italiani e proprio chi dovrebbe lottare al tuo fianco è con i carnefici…la mia copertina della bacheca fb parla chiaro, perchè sapevamo come ragionano popoli schiavi da sempre”.

Quindi è arrivato il momento di scegliere e non di piagnucolare, NOI o Matrix, non destra, sinistra, sopra o sotto, ma la vostra libertà o la schiavitù.

Fino ad oggi vi hanno dato l’illusione di SCEGLIERE i vostri carnefici politicanti, quando deciderete di scegliere voi stessi, come parte di un popolo oppresso, i partitini come ama definirci qualcuno che vuole “vincere”, diventeranno di massa dove voi sarete i protagonisti diretti e solo allora sarete realmente liberi e non manipolati e programmati per andare contro voi stessi.

Per capire meglio il cambio di mentalità VITALE e necessario, vi posto 3 video, che rendono l’idea e senza dubbio aiuteranno voi ad assumere una nuova prospettiva, certamente non a tutti, anzi a pochi, altrimenti avremmo risolto tutti i problemi, ma a molti che ci seguono non essendo ancora pienamente consci, del perchè delle nostre scelte, contrarie a chi si è adoperato in questi anni per realizzare l’euro e il passo successivo all’euro, che è il governo unico mondiale, che noi avversiamo con tutte le nostre forze, (poche) come abbiamo sempre fatto, nonostante si preferiscano i carnefici a noi, la menzogna alla verità.

Non è tempo perso…lunghi i tre video, ma se capite il meccanismo, comprenderete noi e vi si aprirà un mondo, visto da una diversa ottica, dove la Paura con cui vi governano, si trasformerà in Forza della Consapevolezza.

La Cosa Più Difficile è Non Mentire

Tanto si Mente che si finisce per Crederci, ma la Verità è Vicina come la Fine Dell’Euro.

 

Vittorio Boschelli
Dedico questo video a tanti Piddini che SOGNANO o come dice Bagnai “Fognano” a tutti i MENTITORI DI REGIME come li chiamo io.

La Cosa più difficile per un Uomo è NON MENTIRE, sia esso Economista, Politico sia esso Elettore, come si evince dal video e come io ho sempre affermato in tanti articoli contestando i MENTITORI anche “Nuovi” come il Sig. Grillo e tanti altri avventurieri della Politica Piddina, quelli della castacorruzioneeilproblema, ilproblemaèildebitopubblicobrutto, lasvalutazionerendeciechi, leuroesolounamonetaounpezzodicarta, andremoafarespesaconlacariola, o invocare i TAGLI alla spesa pubblica anche se GIUSTI qualora si tratta di SPRECHI, in recessione NON SI TOCCANO, altrimenti SI FA ESATTAMENTE IL GIOCO DEL SISTEMA e si peggiorano le cose, preparando le basi di una GUERRA TRA POVERI e la DELEGITTIMAZIONE DELLA POLITICA e DELLO STATO.

Ieri questo era impopolare, quando l’ho affermavo io e chi molto più autorevole di me come Bagnai, ma oggi fortunatamente il vento sta cambiando e i MENTITORI verranno allo scoperto presto e non ci dimenticheremo di loro NOI e spero anche VOI.

Dico non ci dimenticheremo, perchè L’Euro ha iniziato il conto alla rovescia, il 22 Settembre è Vicino e le Spillette Euriste attaccate al petto hanno già iniziato a cadere, giorno dopo giorno, spillette autorevoli e questo ci dice che è iniziata la corsa ad abbandonare la nave perchè presto affonderà. Loro sono consapevoli, il nostro lavoro è rendere consapevole TUTTO il Popolo Italiano, perchè questi MENTITORI non diventino SALVATORI.

Certamente faranno di tutto per allungare l’agonia prima della fine e questo è lo scopo del B.I.R informare e rendere consapevoli i cittadini e riunirli sotto un’unico obiettivo che cambi la Mentalità del Popolo verso il NOI e i Valori Perduti.

Grillo, come tutti i Politici che sono in Parlamento e TANTI movimenti “Nuovi” fuori, che di nuovo hanno solo un simbolo e spesso neanche quello.

Oggi sono tutti Keynesiani Compreso Piga, la MMT e i seguaci del Neo-Liberismo di Friedman, ma Keynes non si ritaglia ma si capisce solo se si è VERAMENTE DISINTERASSATI DA INFLUENZE DI PADRONI NAZIONALI O INTERNAZIONALI.

Bagnai è di Sinistra il B.I.R è Alternativo alla Sinistra, ma L’Economia non ha colore Politico e i principi fondamentali di Keynes che poi sono quelli dell’economia, dovrebbero essere comuni a tutti, stringendo, l’economia esiste se esiste la DOMANDA e L’OFFERTA ma evidentemente gli interessi di parte e l’affanno a seguire qualche padrone rende ciechi e sordi.

Oltre il Video Pubblico questa lettera di un’imprenditore inviata a Bagnai pubblicata sul suo Blog Goofynomics, e voglio ricordarvi una frase citata molto tempo fa “Media e Piccola Impresa e Lavoratori sono facce della stessa medaglia solo che ancora non sanno” questa frase la scrivevo qualche hanno fa e questa lettera è illuminante.

Caro Alberto,
Ti seguo sul blog ogni volta che posso, ma mi astengo dal pubblicare commenti per paura di ripetere cose già dette ed ingolfare inutilmente i post.
Vedendo la situazione insostenibile in cui si sta trovando la mia azienda, a causa di una pressione fiscale folle ed oscena e di una competizione di prezzo al limite del suicidio, dovuta ai ben noti motivi, leggi EURO, non riesco più a dedicare tempo ed energie al mio progetto di teoria economica per il XXI secolo, un progetto folle e forse al di là delle mie scarse competenze, ma già il fatto che tutte le energie ed il tempo delle persone, siano imprenditori o lavoratori dipendenti, siano impegnati nella mera sopravvivenza quotidiana, senza possibilità di fermarsi MAI un momento per pensare, ti dimostra che questo è un vero PROGETTO complessivo di smantellamento economico, sociale e culturale.
Se nessuno ha mai tempo di pensare perchè oberato ed ossessionato dal lavoro (spesso creato ad arte con assurdi adempimenti burocratici e corsi di aggiornamento obbligatori etc), ecco che nessuno ha tempo di pensare ed ognuno dedica il poco tempo libero a cercare di riprendersi, senza pensare a nulla, ma estraniandosi dalla situazione economica, sociale e politica complessiva.
Se avessimo tutti un giorno di tempo per pensare, un giorno da dedicare alla riflessione al confronto ed al dibattito, ci renderemmo conto di molte cose e scoppierebbe una rivoluzione la mattina stessa.
Ecco che allora la burocratizzazione delle piccole e medie imprese ed i massacranti “corsi” obbligatori per dipendenti ed imprenditori sono funzionali allo scopo di privarci delle energie fisiche e mentali per pensare.
Ecco perchè tutti parlano di diminuire la “burocrazia” ed i “lacci e lacciuoli” che incatenano le imprese ed il lavoro, ma la normativa va sempre e comunque in senso diametralmente opposto. Con buona pace dei defunti come Montanelli e dei vivi come Oscar Giannino (e mi scuso con Indro per l’inqualificabile paragone).
La gente che pensa non subisce, quindi bisogna togliere spazio al pensiero e riempire il poco tempo libero di persone affamate di riposo con il vuoto pneumatico del “Grande Fratello”, (nomen omen, Orwell è quanto mai attuale oggi) o di show, anche politici stile Ballarò o Report, funzionali all’autopreservazione del potere.
Facci caso ogni volta c’è un nemico cattivo: il debito pubblico, la corruzione, l’evasione fiscale, l’imprenditore evasore e sfruttatore, la Cina e via pontificando: “se tutti pagassero le tasse il debito pubblico non esisterebbe”, ma ora che le redini sull’evasione di sopravvivenza dei piccoli e medi imprenditori sono state tirate le imprese, strozzate dal fisco chiudono.  A dimostrazione che si evadeva per sopravvivere ad un vero e proprio ladrocinio fiscale e che le entrate non possono crescere sempre e comunque “a richiesta”.
Dopo 91 anni la mia impresa rischia seriamente di chiudere, io ho finito le riserve e tra poco lo stato mi chiederà l’IMU sull’immobile (strumentale) dove svolgo la mia attività raddoppiando il costo che già col passaggio dall’ICI all’IMU era raddoppiato l’anno scorso, impedendomi oltretutto di scalare questa spesa dal reddito d’impresa al pari di ciò che succede con l’Irap.
Il tutto in un momento in cui stiamo combattendo una guerra dei prezzi con i nostri concorrenti esteri, una guerra persa perchè col cambio sopravvalutato devi solo vendere sottocosto per stare sul mercato.
Scusami per lo sfogo, ma al di là di tutto credo che fra un anno, rebus sic stantibus, ci troveremo in una situazione peggiore della Grecia con un tessuto produttivo devastato e persone alla fame, fame vera.
Sono “razionalmente disperato”, perchè non vedo dibattito pubblico, salvo pochi blog su internet che, con buona pace di tutti, non incidono come può ancora fare la TV o la Stampa che continuano a dare un’informazione a “senso unico”. È vero hai partecipato a qualche dibattito TV, ma sono “diritti di tribuna” in un mare di voci a senso unico ed intanto l’economia muore e l’Italia muore e la nostra civiltà muore.
Sono troppo pessimista? dimmelo tu, come imprenditore sono ottimista di natura, ma non sono stupido, vedo le cose e vedo che perdiamo tempo senza averne più.
Se Enrico Letta avesse detto: ci riprendiamo la Banca d’Italia nazionalizzandola (leggi espropriandola ai soci privati), dettandogli la politica monetaria ed obbligandola a comprare i titoli di stato invenduti in modo da annullare lo spread ed inoltre rimettiamo in vigore la vecchia legge bancaria degli anni trenta e se qualcuno in Europa ha qualcosa da ridire usciamo dall’euro, ecco allora avrei potuto ricominciare a sperare.
Manca il guizzo, il colpo d’ala, se è vero che tutti sanno che questa è l’unica soluzione la domanda è perchè? Perchè non la si applica?
Domande senza risposta ed ogni giorno 200 aziende muoiono e 2000 persone perdono il lavoro e 2000 famiglie si trovano in mezzo ad una strada, ogni maledetto giorno ed ogni maledetto giorno sento dire le stesse cose nelle stesse trasmissioni TV e leggo le stesse cose sugli stessi giornali e fra un anno quando il disastro sarà completo ci diranno ancora che è colpa nostra che siamo stati delle cicale che lavorare 14 ore al giorno come abbiamo fatto negli ultimi 10 anni non basta e che se adesso ci ridurranno in schiavitù per ripagare i debiti sarà stato solo per colpa nostra.
Ho paura di quello che succederà e della violenza che potrà scoppiare quando a milioni non avranno più di che mangiare.
La domanda adesso è: come facciamo ad invertire la rotta? Noi abbiamo solo la consapevolezza e la ragione, gli altri hanno il potere, tutti i mezzi di comunicazione e negano continuamente ogni dibattito, ma la situazione peggiora ogni giorno ed il punto di non ritorno, il punto della violenza è sempre più vicino e se ci arriveremo, saranno sempre i soliti a pagare il prezzo.
Saluti a tutti

ALBERTO BAGNAI CONTRO TUTTI – YouTube

Alberto Bagnai Straccia Tutti, NOI DEL FRONTE NE SIAMO ORGOGLIOSI. I Pappagalli del Sistema continuano a fare finta di non capire, ma il Popolo si sta svegliando e questo fa paura al SISTEMA EURODIPENDENTE.

ALBERTO BAGNAI CONTRO TUTTI – YouTube.