Salvini Gira La Clessidra E Renzi Aspetta La Fine

Matteo Salvini gira la clessidra dell’euro, il povero Renzi aspetta la fine.

 

salvini_renzi_euroexit_fronte popolare

 

di Vittorio Boschelli

Finito l’effetto della morfina renziana, il popolo italiano si accorge (ancora non tutto) del pacco Renzi e dei suoi tanti primati, come il record della disoccupazione ben oltre il 13% complessiva, quella giovanile tra i 18-25 anni è degna di una terza guerra mondiale.

Si è chiuso il terzo trimestre con la parola RECESSIONE, nonostante le sirene indicavano il 2014, come l’anno della CRESCITA e la fine della crisi, evidentemente si sbagliavano e noi avevamo ragione.

L’Italia non cresce più da 16 anni, casualmente da quando siamo entrati nell’euro e non tornerà a crescere fino alla fine dell’euro, piaccia o meno ai piddini, ma questo è l’amaro calice da bere.

Da qualche tempo vedo con una certa insistenza (la cosa non ci dispiace), Matteo Salvini ospite, nella pattumiera più popolosa del pianeta, la TV.

Questo è il segno tangibile che il conto alla rovescia per Renzi e PD è iniziato, proprio Salvini ha girato la clessidra Anti-Euro che travolgerà i Pro-Euro e il loro capo, questo ci fa ben sperare per il prossimo futuro, per quel giorno del giudizio che aspettiamo da troppi anni, molti di voi ricorderanno, una frase che ho ripetuto spesso in passato, a chi mi richiamava alla “convenzionalità”, sussurrandomi all’orecchio Destro “non si può dire usciamo dall’euro come fai tu, la gente non capisce, non è conveniente” e la mia risposta era sempre la stessa, dopo l’ira accumulata in due secondi, “un giorno le minoranze anti-euro diventeranno governo”, direi che il 30% in Emilia Romagna, incassato dalla Lega di Salvini nella patria piddina, ha dato il via, al conto alla rovescia, il muro dell’euro crollerà presto e con esso crolleranno coloro che hanno mentito al popolo italiano.

Anche Berlusca ha iniziato a sussurrare ai cavalli qualche parolina magica…come previsto…

La dittatura €uroliberista si è retta in questi anni, perchè in tutti i paesi europei, maggioranze e opposizioni, avevano un solo pensiero e gli stessi interessi da difendere, oggi non è più così, grazie al lavoro sporco che abbiamo iniziato in pochi in ogni paese europeo, poco importa chi sarà, la cosa che ci preme e che finisca il martirio e la schiavitù dei popoli europei e che alle parole seguano i fatti, con la sessa tenacia e coerenza a prova di ogni tentazione “MONETARIA”, riteniamo quest’ultimo il vero pericolo, (vedi sventure M5S da quando Grillo si è deciso a dire le frasi magiche, prendendo posizione sull’euro), proveranno in tutti i modi, prima di buttare la maschera di traditori della Patria.

Noi andiamo avanti imperterriti, come abbiamo sempre fatto, senza mai abbassare la guardia, consci dell’impresa, tutt’altro che facile, allora come oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>