Statuto

MOVIMENTO POLITICO

 

Fronte Popolare 300x300

“Fronte Popolare

Statuto

 

 ART. 1 – Simbolo e Principi Fondamentali

E’ costituito il Movimento Politico denominato “Fronte Popolare” con sede in Castelnuovo Rangone via Tabaretto 7 Cap. 41051 Modena ed avente per simbolo: ” Cerchio di colore bianco e bordo blu, contenente al centro superiore in diagonale, la scritta in blu F.P. Fronte Popolare; nel semicerchio inferiore appaiono tre strisce verticali di colore verde, bianco e rosso rappresentanti i colori della bandiera italiana, nel semicerchio inferiore, appare la scritta: “Fuori Da €uro e Unione Europea. In una corona circolare interna, nella parte centrale appare una moneta stilizzata raffigurante una lira con la data 2014, con il blu come colore di riempimento del cerchio e e dei bordi e il bianco come colore del filetto circolare esterno assieme al numero uno e oggetti interni..

Fronte Popolare è un movimento organizzato in forma orizzontale e federale, dove tutte le attività di voto vengono svolte Online, sui siti, Blog, Social Network, internet del movimento, dai componenti iscritti e associati al Movimento.

L’utilizzo del simbolo e del nome del Movimento è di competenza del Segretario del Movimento Politico, ovvero di chi sia da questi delegato. I principi fondamentali del Movimento politico “Fronte Popolare”, si fondano sui valori e sulla tradizione del Popolo italiano, Dio, Patria, Famiglia, Uomo, Ambiente, Vita, nel rispetto della solidarietà, valorizzano le autonomie locali dando vita ad un federalismo costruttivamente organico e partecipe dello sviluppo dell’intera Nazione, riuscendo a fare la vera unità d’Italia e far decollare l’Economia del Sud, attraverso infrastrutture, agricoltura eco-sostenibile, turismo, salvaguardia delle risorse naturali e artistiche, inserendo come danno al patrimonio Italiano e Universale ogni usurpazione dell’ambiente e del territorio oltre alle opere del patrimonio artistico, attraverso la responsabilità diretta di sindaci e province, attraverso il commissariamento iniziale delle regioni del sud da parte dello Stato per Organizzarle sugli standard del Nord; puntano alla necessita di radicali riforme dove lo stato funzioni come un gruppo d’acquisto solidale, permettendo gli stessi costi, ogni regione ha le sue problematiche, inoltre c’è bisogno di profonde modifiche costituzionali affinché, attraverso una legge elettorale proporzionale senza liste bloccate, dove i singoli partiti devono indicare prima un programma di governo, dove tutti i partiti e movimenti hanno il diritto di essere rappresentati, assegnando al partito di maggioranza relativa, un premio di maggioranza automatico che gli consentirà di potere governare assumendosi tutte le responsabilità e garantendo la governabilità senza accordi di palazzo o transumanza, salvaguardando l’identità e la diversità; rifiutano ogni forma di violenza e di discriminazione; si ispirano alla tradizione cristiana e ne professano la piena indipendenza della Politica, come asse portante di un modello politico orientato ad etica e meritocrazia, alla parità di diritti fra sessi, alla tutela della famiglia come asse portante della società, e alla salvaguardia all’ambiente come fattore determinante per la sopravvivenza umana; si riconducono alla propria collocazione europea, attraverso il recupero della millenaria cultura italiana INDIPENDENTE e NAZIONALE, con la propria Sovranità Monetaria, Valutaria, Politica , Economica, Popolare e Militare, senza nessun vincolo esterno.

Siamo convinti sostenitori delle relazioni bilaterali tra stati europei,in prospettiva di un Europa federale tra Stati Sovrani e senza moneta unica a cambio fisso, questo solo dopo che il FMI usi una propria unità monetaria indipendente e parallela dalle monete sovrane degli stati , che regolamenti gli scambi; si fondano sul sostegno dell’iniziativa privata ma regolamentata e ad un ruolo nuovo dello Stato capace di orientare offerta e domanda, in sinergia e riconoscimento del ruolo fondamentale della piccola e media Azienda nell’economia italiana attraverso particolari forme di incentivi e sgravi fiscali, ma consapevoli di alimentare la domanda si dovrà tutelare e migliorare la dignità dei lavoratori e pensionati, perchè siano protagonisti e capaci di alimentare un mercato interno autosufficiente, che ha come obbiettivo la piena occupazione per tutto il Popolo Italiano, regolamentando la libera circolazione di capitali, merci e persone, e sviluppando ricerca, nuove tecnologie, nuove forme energetiche naturali , nuovi studi sulle medicine alternative o complementari, affinchè possa sorgere un nuovo filone di sviluppo derivante dalle nuove forme energetiche eco-sostenibili dalla Raccolta Differenziata e il Suo Smaltimento e Riciclaggio dei Rifiuti attraverso impianti Innovativi e abolendo tutti gli inceneritori per la tutela ambientale e la salute Umana, agricoltura e la modernizzazione dell’apparato dello stato, e anche nella trasformazione dello sviluppo esistente nel rispetto dell’ambiente e del territorio, considerati beni irrinunciabili; lottano contro l’immigrazione clandestina e il fondamentalismo religioso; sostengono le forze dell’ordine; rifiutano ogni forma di discriminazione razziale, sociale, politica e religiosa; ma attenti a favorire prima il Popolo Italiano e poi gli ospiti, in maniera molto più limitata numericamente dello stato attuale, rivedendo tutti i trattati internazionali a partire da Mastricht, Schengen, Lisbona,Basilea, ecc.

ART. 2

Il Movimento riconosce alle strutture regionali la massima autonomia nel rispetto dei principi guida, dello statuto e del programma, ogni responsabile regionale farà parte del direttivo nazionale. La struttura del Movimento prevede una Direzione Politica Federale Nazionale e forme di partecipazione regionale, provinciale e comunale; movimenti regionali, liste civiche, associazioni di varia ispirazione potranno aderire al Movimento sposando in toto il nostro progetto o federandosi mantenendo una propria autonomia organizzativa a condizione che nascano dal basso e non abbiano strutture verticistiche chiuse, nel riconoscimento e nel rispetto dei principi ispiratori del Movimento e che riconoscono l’obiettivo principale del movimento, che è quello Anti-Euro come moneta Unica a Cambio Fisso e Unione Europea Dittatoriale; ogni forma di adesione viene autorizzata e deliberata dall’Esecutivo Politico Federale Nazionale. L’esecutivo dura in carica tre anni, decide insindacabilmente, entro trenta giorni dalla presentazione del ricorso, sulle decisioni di espulsioni e sui dinieghi di ammissione.

ART. 3

Lo scioglimento del movimento è deliberato dall’assemblea straordinaria, il patrimonio residuo dell’ente deve essere devoluto ad associazione con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190 della legge 23/12/96, n. 662.

ART. 4

Tutte le cariche elettive sono gratuite. Ai soci compete solo il rimborso delle spese varie regolarmente documentate inerenti solo all’attività politica e non personale e futili.

ART. 5

Per la risoluzione di qualunque controversia che dovesse sorgere in dipendenza della esecuzione o interpretazione del presente statuto, degli associati e della direzione nazionale o in merito ai rapporti tra associati, associazione e associati, organi e titolari di cariche, nonché tra tutti o alcuni dei suddetti soggetti, sarà competente esclusivamente il foro di Latina.

ART. 6

I soci partecipano alla vita del movimento attraverso la sezione che è l’organo di base del mov imento.

ART. 7

E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitali durante la vita del movimento, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

ART. 8

L’ anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

il bilancio preventivo e consuntivo deve essere approvato dall’assemblea ordinaria ogni anno entro il mese di aprile. Esso deve essere depositato presso la sede del movimento entro 15 giorni precedenti la seduta per poter essere consultato da ogni associato online.

ART. 9

Gli organi nazionali del movimento sono:

- Congresso Nazionale

- Consiglio Nazionale

- Direzione Nazionale

- Ufficio Politico

- Presidente Nazionale

- Segretario Politico

- Commissione di Garanzia

- Collegio dei Probiviri

- Commissione per lo statuto

ART. 10

 Si intende che al momento della costituzione delle entità federali regionali, gli iscritti saranno ivi automaticamente trasferiti sulla base del luogo di residenza.

Alla avvenuta costituzione di tutte le entità federali regionali, il Movimento risulterà articolazione di secondo livello rispetto a queste, che ne stabilirà le linee guida fondamentali.

 ART. 11

Esecutivo del movimento:

Presidente : In Attesa Di Nomina

Vice Presidente: In Attesa Di Nomina

Segretario Nazionale: Boschelli Vittorio nato a Cosenza il 24/06/1970 e Residente in Via Tabaretto 7 Castelnuovo Rangone , 41051 Modena

ART.12

Il Collegio dei Revisori è composto da tre componenti ed é nominato dall’Esecutivo Politico Federale

In Attesa Di Nomina


…………………………………

………………………………..

ART.13

Ogni regione è rappresentata dal Presidente Federale Regionale eletto dalla maggioranza degli iscritti. E’ data ampia libertà organizzativa alle singole realtà territoriali che dovranno però essere sempre coordinate e rispondere politicamente al Presidente Federale Regionale che, a tal proposito, sarà coadiuvato da un Direttivo Federale Regionale rappresentativo delle province e delle associazioni eventualmente aderenti al Movimento. Il Presidente Federale Regionale, sentito il Direttivo Federale Regionale il quale sottoporrà al voto degli iscritti le candidature e ne propone l’approvazione all’Esecutivo Politico Nazionale Federale, le liste per le elezioni comunali, provinciali, regionali, i collegamenti con le candidature alla carica di presidente della regione, delle province e dei candidati sindaci.

I dirigenti federali degli organi costituiti a livello nazionale possono partecipare a tutte le riunioni degli organi territoriali con diritto di voto nelle Regioni dove risultano iscritti.

 

ART.14

Per dirimere ogni controversia relativa alle iscrizioni, alla disciplina interna e al comportamento di ciascun aderente al Movimento, l’Esecutivo Politico Federale si riunirà in seduta straordinaria è agirà come arbitro, ferma restando la competenza in via ordinaria del foro di Roma per qualsivoglia ricorso giurisdizionale.

ART.15

Il creatore del logo Vittorio Boschelli lo cede al Movimento Politico Fronte Destra Popolare e Tutti i Soci Costituenti

Art.16

Disposizioni transitorie e finali

Fino alla data del primo congresso del Movimento lo Statuto potrà essere modificato su iniziativa dell’Esecutivo Politico Federale e sottoposto a successiva ratifica congressuale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>